Prima o poi torneremo a viaggiare! E’ quello che tutti noi viaggiatori ci stiamo ripetendo come un mantra per continuare a tenere alto il morale.
Quello che possiamo fare in questo periodo è più che altro rivivere i viaggi passati e fantasticare sugli itinerari futuri.
Oggi ti voglio proporre uno dei viaggi che ho fatto qualche anno fa e che ricordo con molto entusiasmo: il mio viaggio a Lisbona.
La capitale è stata la prima città che ho scelto per iniziare ad esplorare il Portogallo.

Prendi nota perché in questo articolo ti spiegherò cosa puoi vedere in un weekend a Lisbona.

COSA VEDERE A LISBONA IN UN WEEKEND

CASTELLO DI SAN GIORGIO (CASTELO DE SAO JORGE)

Cosa vedere a Lisbona in un weekend: Castello di San Giorgio

Il CASTELLO DI SAN GIORGIO è uno dei principali siti storici e turistici della città.
Fu costruito dagli arabi sulla vetta più alta di Lisbona. Dichiarato monumento nazionale nel 1910, si diede inizio al suo restauro negli anni Quaranta.

L’area del castello è di forma quadrata ed era originariamente circondata da un muro.
Le parti principali che la compongono sono il castelejo ovvero il castello vero e proprio, alcune costruzioni tra cui le rovine del Palazzo Reale, i giardini e una larga piazza con delle terrazze che permettono di godere di una splendida vista su tutta la città di Lisbona.
Del Palazzo Reale oggi sono rimaste solamente alcuni muri e alcune stanze ricostruite, come la Casa Ogival.
Sul punto più alto si trova invece il castello medievale, di forma rettangolare, formato da dieci torri.
Una serie di scale permette ai visitatori di raggiungere la camminata lungo i muri e le torri.
La Torre di Ulisse è dotata di un periscopio che permette una visione a 360° della città.

La strada per raggiungere il CASTELLO DI SAN GIORGIO è lunga ed in salita.
Per raggiungerlo rapidamente si può prendere nella Baixa l’ascensore che da Rua Dos Fanqueiros 170-178 porta ad Alfama e poi quello che dal Mercado do Chao do Loureiro lascia nelle vicinanze dell’entrata.

PARCO EDOARDO VII e visita all’ ESTUFA FRIA

Il PARCO EDOARDO VII è un parco cittadino di Lisbona che si trova appena sopra la Praca Marques de Pombal (piazza da cui si snodano le principali vie di Lisbona). E’ un parco di 25 ettari, creato agli inizi del Novecento e al quale fu dato il nome del re d’Inghilterra che visitò il Portogallo nel 1903.

All’interno del parco, nella zona ad ovest, si trova l’ESTUFA FRIA.
Si tratta di un ampio giardino, inaugurato nel 1930, con piante provenienti da ogni parte del mondo suddivise in tre aree: la “estufa fria”, così denominata perché non ha alcun tipo di riscaldamento, la “estufa quente” per le specie di climi caldo-umidi, e infine la “estufa doce” in cui si trovano le piante grasse.

SE’ PATRIARCAL o CATTEDRALE DI SANTA MARIA MAGGIORE

Cosa vedere a Lisbona in un weekend: Cattedrale di Lisbona

La CATTEDRALE DI LISBONA o, in portoghese, SE’ PATRIARCAL DE LISBOA, è il principale luogo di culto della chiesa cattolica di Lisbona.
Fu fatta costruire dopo la Seconda Crociata, nel 1150, sul terreno di una vecchia moschea.
E’ stata ricostruita nel corso degli anni a seguito di alcuni terremoti che si sono verificati nel territorio e oggi si presenta come un insieme di diversi stili architettonici.

PIAZZA DEL COMMERCIO (PRACA DO COMERCIO)

Cosa vedere a Lisbona in un weekend: Piazza del commercio

La PIAZZA DEL COMMERCIO è una delle piazze più grandi e più conosciute di Lisbona e si trova vicino al fiume Tago.
Questa piazza è anche conosciuta come TERREIRO DO PACO, in quanto una volta vi sorgeva il PACO DA RIBEIRA, il lussuoso palazzo reale che venne distrutto dal terremoto del 1755.
Al centro della piazza si trova l’imponente statua equestre di Dom Josè I, inaugurata nel 1774.

ASCENSORE DI SANTA GIUSTA (ELEVADOR DE SANTA JUSTA)

Cosa vedere a Lisbona in un weekend: Ascensore di Santa Giusta

L’ELEVADOR DE SANTA JUSTA è uno dei monumenti che compongono la Baixa, il centro storico di Lisbona. E’ un vero e proprio ascensore costruito in stile neogotico che inizialmente era azionato da un motore a vapore e passò più tardi a funzionare con l’utilizzo dell’energia elettrica.
I passeggeri possono salire e scendere con l’ascensore all’interno di due eleganti cabine di legno con particolari in ottone. Una volta raggiunta la cima (45 metri di altezza) si potrà godere di una spettacolare vista sulla città.

TORRE DI BETLEMME (TORRE DE BELEM)

Cosa vedere a Lisbona in un weekend: Torre di Betlemme

La TORRE DI BETLEMME o TORRE DI BELEM è probabilmente il monumento di Lisbona più fotografato ed ammirato in assoluto. E’ stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità.
Insieme al Monastero dos Jeronimos, rappresenta uno dei migliori risultati del cosiddetto stile manuelino, dal nome del re Manuel I che l’ha voluta e che si distingue per il carattere tardo gotico, con influenze fiamminghe, italiane e spagnole.
Vi dominano temi nautici in omaggio alle scoperte di quel periodo.

La Torre di Belém si erge sulle rive del Tago proprio nel punto in cui salpò Vasco de Gama.
La torre fu costruita come una fortezza per combattere le scorrerie dei pirati. Nel 1515, anno della costruzione, la sua posizione era nel mezzo delle acque, ma col tempo si è “avvicinata” alla terraferma per il progressivo insabbiamento del letto del fiume.
Dall’ultimo piano, simile alla prua di una nave, si può ammirare uno spettacolare panorama sul Tajo e sul Ponte 25 Aprile.

MONASTERO DOS JERONIMOS

La costruzione del MONASTERO DOS JERONIMOS è stata voluta da re Manuel I e, come già detto in precedenza, rappresenta uno degli esempi migliori dello stile manuelino. Proprio per la sua bellezza anch’esso è stato dichiarato dall’ UNESCO Patrimonio dell’Umanità.
Realizzato per dimostrare la potenza politica del Regno di Portogallo, rappresenta anche una sorta di ringraziamento a Dio per la ricchezza incontrata e riportata in patria da Vasco de Gama, in rotta verso le Indie.

I lavori sono iniziati tra il 1501 e il 1502 per terminare circa un secolo più tardi.
Gli elementi architettonici da cui è costituito il monastero sono meravigliosi, come le sculture di piante e animali esotici e i simboli dell’arte di navigazione, tipici dello stile manuelino. L’esterno è sfarzoso e colpisce per la magnificenza dei portali, mentre l’interno è più semplice, formato da una sola navata e da varie cappelle. Vi si trovano la Cappella Maggiore, la Sacrestia e il Pantheon reale.
Il chiostro è uno dei più ammirati di tutto il Portogallo, per la forma quadrangolare, le tante sculture con decorazioni molto elaborate.

All’interno del Monastero dos Jerònimos si trovano la tomba del re Manuel I e famiglia, di Vasco de Gama, del poeta Luis de Camões e di Fernando Pessoa.
Nel complesso del Monastero si possono visitare anche il Museu Nacional de Arqueológia (Museo Nazionale di Archeologia) e il Museu da Marinha (Museo della Marina).

PALAZZO NAZIONALE DI AJUDA (PALACIO NATIONAL DA AJUDA)

Il PALAZZO NAZIONALE DI AJUDA, costruito nella prima metà dell’Ottocento, in stile neoclassico, fu scelto come residenza della Famiglia Reale portoghese quando Dom Luís I divenne re del Portogallo e sposò una principessa italiana, Maria Pia de Savoia.

Tipico esempio di residenza reale dell’epoca, ospita una collezione di arti decorative (oreficeria, pittura, scultura, mobili, arazzi, oggetti in vetro, porcellana, ecc.)
Il palazzo rimase chiuso dalla proclamazione della Repubblica, nel 1910, fino al 1938, quando fu trasformato in museo e aperto al pubblico. È teatro delle più importanti cerimonie presenziate dal Presidente della Repubblica.

LA FAMOSA PASTICCERIA “PASTEIS DE BELEM”

Cosa vedere a Lisbona in un weekend: la pasticceria Pasteis de Belem

Si tratta di una rinomata e antica pasticceria di Lisbona dove si può provare i Pastéis de Nata, un tortino alla crema pasticcera tipico della capitale portoghese.
Questa pasticceria, dal 1837, ne sforna più di quindici mila al giorno, rigorosamente preparati seguendo la ricetta originale.

Dopo averli provati a Lisbona me ne sono innamorata perdutamente e ho deciso di tentare di prepararli a casa mia. Vuoi provare anche tu? Ecco la mia ricetta dei Pastéis de Nata.

SCARICA GRATIS: ITINERARIO PER UN WEEKEND A LISBONA

Per aiutarti ad organizzare al meglio il tuo viaggio, ho pensato ad un itinerario da scaricare gratuitamente.
Qui potrai trovare un percorso pianificato nei minimi dettagli per vedere Lisbona in un weekend.
Buon viaggio!

File name : Itinerario-Lisbona_2-giorni.pdf

Write A Comment