Quale modo migliore di inaugurare il 2022 se non con un viaggio?
Detto, fatto! Eccoci quindi a Roma per trascorrere 4 giorni di svago; questa volta in 2 persone e mezzo. Sì perché stavolta sono incinta e sono appena entrata nel sesto mese di gravidanza!
Mettendo nero su bianco il mio itinerario, sapevo che non sarei riuscita a mantenere i ritmi serrati di visita degli scorsi viaggi.
Le forze a volte vengono meno e la stanchezza si fa sentire presto.
Roma però è una città che abbiamo già visitato in precedenza (circa 8 anni fa) per cui questa volta ci siamo concessi un itinerario più blando, con l’opzione di poter tornare in hotel in qualsiasi momento mi fossi sentita esausta.
A fine viaggio però posso dire di non essermela cavata poi così male. Giudicate voi!
Questo è stato il mio itinerario per Roma di 4 giorni, per 2 persone e mezzo. 🙂

ITINERARIO ROMA: GIORNO 1

Partiamo a piedi dall’hotel intorno alle h 10,00. Ci siamo concessi qualche ora in più per dormire ed una piacevole colazione fatta con calma.
La prima tappa della nostra giornata è Piazza di Spagna, con la nota fontana della Barcaccia e la scalinata che conduce alla Trinità dei Monti.

Passando per Via dei Condotti e poi svoltando in Via del Corso, tra negozi di lusso ed edifici storici, abbiamo raggiungo la famosa Fontana di Trevi.
Ci aspettavamo molte persone riunite intorno alla Fontana ed infatti così è stato, ma siamo riusciti comunque a goderci la vista e a scattare qualche foto ricordo.

La sosta successiva prevedeva la visita alla Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola.
Una chiesa che ci ha lasciato sbalorditi per la bellezza dei suoi interni.
Il soffitto è ricoperto interamente di affreschi sorprendenti.
Nel progetto iniziale era inoltre prevista la creazione di una cupola che, probabilmente per motivi economici, non venne mai realizzata.
Un affresco raffigurante una finta cupola venne però realizzato per illudere gli occhi di chi osserva il soffitto.

All’uscita ci siamo poi diretti verso il Pantheon dove, però, abbiamo deciso di non entrare.
Un po’ perché l’avevamo già visitato negli anni passati, ma soprattutto perchè ci siamo fatti scoraggiare dalla lunghissima fila di persone che stavano in attesa all’esterno.

Ci siamo invece diretti presso Piazza Navona per ammirare la bellissima Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini, dove abbiamo trovato posto su una panchina per riposare un po’ e guardare il via vai di turisti.

Dopo aver pranzato in un ristorantino mica male, TONNARELLO, scoperto per caso su una guida di Roma vista su Youtube, ci siamo diretti verso il Vaticano e Piazza San Pietro.
Non abbiamo voluto entrare nella Basilica poichè l’avevamo già vista davvero tante e tante volte. Passeggiando per la piazza abbiamo smaltito qualche caloria del nostro abbondante pranzo a base di carbonara e cacio e pepe prima di ritornare a piedi in hotel.

ITINERARIO ROMA: GIORNO 2

Abbiamo iniziato con la visita del Colosseo (che va prenotata esclusivamente in anticipo online) abbinata all’ingresso del Foro Romano e del Palatino.
Per la prima volta ho potuto sperimentare il “trattamento vip” destinato alle donne incinta.
Niente scale per me e mio marito ma solo ascensore all’interno del Colosseo e all’uscita siamo stati scortati dal personale di servizio attraverso un percorso alternativo (che prevedeva anche zone non incluse nel nostro biglietto) per evitare sali e scendi pericolosi.

Dopo un pranzo veloce a base di lasagna abbiamo continuato la visita verso un luogo che credevamo fosse ancora relativamente sconosciuto.
Mi riferisco al cancello del Priorato del Cavalieri di Malta.
Dal buco della serratura di questo cancello si gode di una vista particolare ed unica sulla cupola di San Pietro.
Man mano che ci avvicinavamo ci siamo resi conto che il luogo non era più molto sconosciuto.
Abbiamo atteso in fila per circa 45 minuti per poter sbirciare da un buco della serratura.
Ho provato anche a scattare una fotografia, cercando di ricopiare quelle bellissime che si vedono su internet, per rendermi poi conto che con il mio cellulare era impossibile.

Dopo questo flop totale ci siamo diretti, poco più avanti, al Giardino degli Aranci.
Anche da qui la vista su San Pietro e su Roma non era mica male!

ITINERARIO ROMA: GIORNO 3

Dopo i numerosi chilometri macinati nei giorni precedenti eravamo decisi a prendercela con più calma.
Siamo perciò partiti dal Parco di Villa Borghese, di fianco al nostro hotel, per una lenta passeggiata.
Si tratta di un parco davvero gigantesco che comprende, oltre a Villa Borghese, tantissime attrattive da visitare (tra di esse anche il Bioparco di Roma).

La destinazione successiva, a circa 15 minuti di distanza, è quella che ci ha colpito maggiormente.
Il quartiere Coppedè, con la particolare architettura dei suoi edifici, è qualcosa di unico e totalmente diverso da ciò che ci si aspetta di vedere a Roma.

Siamo poi rientrati in hotel per un riposo necessario che è servito a rigenerarmi completamente.
Per la cena abbiamo scelto un ristorantino in zona San Pietro, la VECCHIA OSTERIA DEL GELSOMINO.
E’ un locale nascosto in una via al di fuori del traffico turistico ma abbastanza vicino a Piazza San Pietro.
Dopo aver provato diversi piatti tipici della cucina romana, abbiamo approfittato del clima piacevole per fare una bella passeggiata davanti alla Basilica illuminata.

ITINERARIO ROMA: GIORNO 4

Prenotando il biglietto online con anticipo, abbiamo potuto visitare Castel Sant’Angelo.
Ricordavo di averlo già visto qualche anno fa, con il buio della sera.
Vederlo di giorno, durante una bella giornata di sole, è stato tutt’altra cosa.

A fine visita si era già fatta l’ora del pranzo e, sempre grazie a delle segnalazioni sui social network, abbiamo scelto di pranzare da PORCADELLA.
Abbiamo preso, per poi mangiarlo su una panchina lungo il Tevere, il panino con la porchetta migliore che abbiamo mai mangiato.

Lungo la via per il ritorno in hotel, siamo passati anche da Piazza del Popolo e dalla Terrazza del Pincio dove abbiamo salutato per l’ultima volta la cupola di San Pietro in lontananza.

Una passeggiata altrettanto lenta, attraverso il Parco di Villa Borghese, ci ha riportato in hotel dove abbiamo ripreso i bagagli per fare ritorno a casa.

ITINERARIO ROMA DI 4 GIORNI: PDF DA SCARICARE

Ti è piaciuto il mio itinerario di Roma di 4 giorni?
Di seguito troverai una versione in pdf da scaricare gratuitamente da utilizzare per il tuo prossimo viaggio!

Write A Comment